Vellutata di zucca con feta e polvere di pistacchio di Bronte

Torno alla mia vita, alle mie passioni, alla mia cucina dopo un brutto fatto accaduto la settimana scorsa. Ebbene si, dopo 13 anni di vita insieme, proprio giovedì scorso, è venuto a mancare il mio cagnolone, Nerone. Proprio lui!!! Chi mi segue avrà già capito di chi sto parlando, sto parlando del mio cagnolone dolcissimo che non molto tempo fa mi aveva difesa da un cane dalle brutte intenzioni. Inutile dirvi che il mondo mi è crollato addosso, non so davvero come abituarmi alla sua assenza, lo vedo praticamente ovunque, immagino mentre mi viene incontro come faceva spesso quando arrivavo a casa di mia madre, lo immagino farmi le feste, saltellare, vedo i suoi dolci occhioni neri che mi guardano con immenso amore e tutte queste immagini all’improvviso lasciano il posto ad altre immagini e ricordi tutt’altro che felici, il ricordo dei suoi ultimi istanti di vita, dell’ultimo respiro fatto fra le miei braccia. Per me è dura scrivere questo post, non ne avevo proprio voglia. Ma poi mi sano fatta forza e ho ripreso a scrivere, tornerò a seguire i miei blog preferiti, ma con amarezza e dolore nel cuore. Sapete una cosa? Sono una stupida! Per anni ho immaginato il mio Nerone immortale, ho pensato che a lui non sarebbe mai successo nulla e quando capitava che qualcuno mi facesse notare la sua avanzata età io prontamente mi arrabbiavo…che idiota! Avrei dovuto preparami! Ma poi ci si può veramente preparare ad un addio così doloroso? Si può vivere nell’eterna paura che oggi potrebbe essere l’ultimo giorno assieme a chi si ama? Non lo so, non so darmi una risposta! Ora ho il cuore a pezzi e l’anima inquieta, spero che il dolore passi e che inizino ad affiorare soltanto i ricordi belli, tutti quelli che Nerone mi ha regalato nel corso di questi 13 bellissimi anni insieme! Il suo sguardo rimarrà per sempre stampato sul mio cuore e nella mia mente! Ti voglio bene “dolce pasticciotto nocciolone mio”, adesso riposa in pace nel tuo paradiso assieme a tutti i tuoi amici!
 
Vi lascio questa ricetta che a me è piaciuta tanto, non è una grande novità ma io adoro la zucca in tutti i suoi usi e approfitto del fatto di averne in abbondanza per sbizzarrirmi nel cucinarla, spero vi piaccia.

 

 

Vellutata di zucca, feta e polvere di pistacchi di Bronte
 
Ingredienti:
350 gr di zucca a dadini
1 scalogno
1 patata media
1 fogli di alloro
un rametto di rosmarino
sale, pepe
brodo vegetale
olio extra vergine d’oliva
feta q.b.
pistacchio tritato finemente q.b.
 
Mettere in una pentola lo scalogno con poco olio e far rosolare, unire la zucca e la patata tagliate a dadini, mescolare e versare del brodo vegetale, salare, pepare ed unire il rosmarino e l’alloro e far bollire per circa 30 minuti, deve stracuocere. Frullare il tutto con il mini pinner, fino a non vedere più nessun grumo di zucca. Impiattare e guarnire con della feta tagliata a dadini, la polvere di pistacchio e un filo d’olio extravergine d’oliva. 

 

 

 

 

 

 



24 thoughts on “Vellutata di zucca con feta e polvere di pistacchio di Bronte”

  • Virgi.. so cosa vuol dire perdere un amico peloso.. in passato ne ho persi due.. uno a 4 anni.. l'altro quando aveva 9 anni… è un dolore come perdere un familiare… No.. non ci si prepara.. non si vive con questo pensiero.. ma si gode della loro compagnia per tutto il tempo concesso… Ti abbraccio forte… Ottima la tua vellutata invece.. io adoro la zucca…

  • immagino il tuo dolore, perdere un animale dà sempre tanta tristezza soprattutto quando vive con noi per anni. pensa io ho avuto una gatta che è vissuta ben 17 anni, la presi che ero in 3a elementare e morì qualche mese prima del mio matrimonio! quanto ci sono stata male.
    ho avuto altri gatti ed è sempre stata una sofferenza…adesso abbiamo una gattina da poco più di un anno, che è arrivata a casa nostra tutta zoppicante e messa male, ha 10-12 anni e nonostante all'inizio fosse molto impaurita (credo che ne abbia prese) si vedeva che era una micia "casalinga" (é pure sterilizzata)
    adesso è la padrona di casa, è super affettuosa, super coccolosa e super intelligente. E nonostante sia già anziana e stia con noi da così poco sono sicura che se mancasse ci starei male!
    quindi immagino cosa si può provare per un cane visto che il rapporto con un uomo è molto più forte che con un gatto.
    ..già che sono passata però mi gusto la tua vellulata di zucca (di cui sono golosissima)
    a presto … e ti abbraccio

    • Ciao Simona, povera la tua gattina, mi fa tristezza apprendere di animali maltrattati però la tua è stata fortunata ad incontrarti! Anche il mio Nerone è arrivato a casa piccolino che aveva subito violenze ed è stato fortunato a trovare me e la mia famiglia! Mi manca da morire <3!! Ti ringrazio tanto per le belle parole, un abbraccio!

  • Immagino il dolore per la perdita di un compagno peloso. Non si è mai preparati alla perdita di chi si vuole bene. Tuttavia pensa che è stato bene con te e ti ha regalato tanti bei ricordi.
    Un grande abbraccio.

    P.S. Adoro la zucca e non mi stanca mai.

  • Virginia, avevo visto questa brutta notizia via FB e ti avevo anche risposto cercando di confortarti…
    Ti capisco benissimo, io amo molto gli animali e fin da bambina ne ho sempre avuti a casa e visto che ormai ho 42 purtroppo ho già subito delle dolorose perdite tanto che ora non ce la faccio a non pensare a quando i miei cuccioli attuali non ci saranno più… Tristissimo! Hai comunque avuto la fortuna di godertelo fino a 13 anni (a volte capita che si ammalino prima…) e infondo se ci pensi razionalmente una morte improvvisa ad una veneranda età non è poi così male anche se in certi casi razionalizzare e proprio difficile…
    A me è anche capitato di dover decidere di porre fine alla sofferenza… Terribile…
    Io credo che un giorno ritroveremo non solo le persone care ma anche i nostri animali.
    Vorrei dire tante altre cose a riguardo ma non è questa le sede giusta…
    Ti capisco!
    Per quanto riguarda la vellutata mi piace molto e penso che l'acidulo della feta stia proprio bene in abbinamento con il dolce della zucca.
    Un bacio!

  • mi spiace sentirti cosi' triste con una notizia altrettanto triste. Le perdite improvvise sono terribili da sopportare e poi loro sono come noi, ci affezioniamo, li amiamo, li trattiamo come figli e non siamo mai pronti a perderli. pero' devi reagire, lui non vorrebbe vederti cosi', ne soffrirebbe, pensa che dove e' ora sta bene, sarai sempre nel suo cuore e lui nel tuo e ti restera' comunque vicino, vegliera' su di te. Ora voglio assaggiare un po' di questa meravigliosa vellutata!!!!Baci tesoro…….

  • Sarà lui da lassù a darti tanta forza diventerà il tuo angelo custode e ti proteggerà anche se non sarà più fisicamente con te vivrà per sempre nei tuoi ricordi!!!! Buona la ricetta!!!!

  • Virginia, la verità è che non ci si può preparare a perdere chi si ama. Mai. Non hai nulla da rimproverarti. Il tuo Nerone se n'è andato nel modo più dolce, tra le braccia di chi lo amava davvero. Ti stringo forte! E assaggio la tua vellutata, che sembra gustosissima!

  • Cara Virginia, non sai quanto ti capisco.
    Io ci sono passata a maggio, il giorno dopo il mio compleanno. La nostra amata gatta, Pistillina, è stata male all'improvviso e dopo una corsa dal veterinario, abbiamo dovuto decidere per lei ciò che non avremmo mai pensato.
    Così, la sera prima era tranquilla con i suoi 13 anni e qualche problemino al cuore sotto controllo, e la mattina in meno di un'ora non c'era più. Una tragedia. Lei, la nostra bambina dallo sguardo umano come tanti umani non hanno.
    Pensa, ancora soffro per un'altra mia amata micia che non c'è più da 14 anni… Ma sai, tanta gente quando perde un'animale dice di non volerne più perché si soffre troppo ma, secondo me, è un vero peccato privarsi di tanto amore e tanto darne.
    Quando arriva il triste momento, bisogna farsi forza e pensare unicamente che abbiamo regalato tanti anni di felicità al nostro "amico peloso" e purtroppo tanti altri animaletti purtroppo non possono dire lo stesso.
    Un grande abbraccio che arriva dal cuore, Lorena

    • Ciao Lorena, è terribile, non riesco proprio ad accettarlo, non riesco ad accettare che non c'è più! Noi che amiamo così tanto gli animali e che abbiamo sofferto per la loro morte possiamo comprenderci! Ti abbraccio e ti ringrazio per le tue parole!

Rispondi a Silvia Musajo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *