Panpepato

Il panpepato è un dolce della tradizione natalizia per la mia famiglia. Quando ero piccola, mia madre si intratteneva dopocena davanti il camino acceso, nelle fredde sere d’inverno di un novembre spesso piovoso ed umido, con cestini pieni di noci, nocciole e mandorle da sgusciare per preparare questo dolce che poi sarebbe stato regalato ad amici e parenti, nonché gustato nelle giornate di festa in famiglia. Ricordo come io, di nascosto, andavo a rubarle qualche nocciola o mandorla e lei faceva finta di nulla, a meno che io non esagerassi, allora si che mi sgridava dicendomi di non mangiare tutta la frutta secca perché le serviva per preparare questo dolce profumatissimo. Allora la frutta secca proveniva dai nostri alberi, ora invece questa frutta secca proviene dal mercato del paesello, già sgusciata e pronta all’uso, e proprio la scorsa settimana, mentre compravo il necessario nel banco nel quale mi rifornisco sempre, ho ricordato, assieme alla mia mammina, questi eventi passati e di come lei si divertiva nel vedermi fare la “ladruncola di frutta secca”. Questi e molti altri ricordi di un momento dell’anno così magico sono spesso legati ad una ricetta, ad un dolce ad un evento particolare e ciò é davvero una fortuna, una fortuna immensa! Vi lascio la mia ricetta del panpepato, alla quale seguiranno altre ricettine natalizie!

 

 

Panpepato
 
Ingredienti:
 
100 gr. di nocciole
100 gr di mandorle
70 gr di noci
30 gr di pinoli
100 gr di cedro candito
100 gr di uvetta
100 gr di cioccolato fondente
200 gr di farina’00
200 gr di miele
2 cucchiai di acqua
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di pepe nero in polvere
3 chiodi di garofano
un pizzico di sale


Mettere in ammollo l’uvetta in acqua tiepida per circa 20 minuti, strizzarla ed asciugarla bene, metterla poi in una ciotola insieme alle nocciole, mandorle, noci, pinoli, cedro candito, unire le spezie, il cioccolato tritato finemente, il pizzico di sale e mescolare con un cucchiaio di legno. In un pentolino scaldare il miele con l’acqua e unirlo a filo nella ciotola della frutta mescolando con il cucchiaio di legno, il calore del miele farà sciogliere il cioccolato. A questo punto unire la farina poca alla volta, mescolando bene fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto. Infarinare un piano di lavoro, con il cucchiaio versare poco impasto e con le mani infarinate date una forma a pagnottina, ne verranno 4 o 5, dipende dalla grandezza che desiderate ottenere. Mettere le pagnottine in una teglia ricoperta di carta forno e cuocere a 175° per circa 25-30 minuti. Lasciare raffreddare bene e solo dopo incartare singolarmente i panpepati con carta argentata e chiuderli in un contenitore ermetico o in un sacchetto di plastica. Caratteristica di questo dolce è che più passa il tempo e più acquista sapore, quindi potete prepararlo in anticipo tranquillamente.

 

 

 

 



18 thoughts on “Panpepato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *