Gelato alle albicocche

Oggi è una giornata triste, ci siamo svegliati tutti con il dramma dell’attentato a Nizza, tante donne, uomini e bambini morti per non si sa cosa, per mano di persone che non meritano neanche di essere chiamate così che hanno deciso di lanciarsi con un camion sul lungomare della città, spazzando vite serene, progetti di vita, futuro. Solo pochi giorni fa la tragedia dei due treni in Puglia, gli attentati a Dakka, a Bruxelles, a Parigi e ormai ho perso anche il conto oppure è la mia mente vuole rimuovere? Oggi il cielo piange le vittime di ieri sera e le altre in tutto il mondo, sembra che anche lui a suo modo voglia esprimere la rabbia, la paura, la tristezza attraverso tuoni, lampi, nuvoloni grigi e pioggia…e io che faccio? Pubblico una ricetta di un gelato estivo, che mette allegria, che sembra quasi un elogio alla spensieratezza, sono superficiale io! O forse no? Questo era un post programmato, doveva uscire questa mattina, con tutt’altra introduzione gioiosa per la prossima settimana di vacanza al mare…ho bloccato tutto e ho deciso che oggi non avrei pubblicato nulla per rispetto alle vittime innocenti! Nel corso del giorno però ho pensato tanto e alla fine sono arrivata alla conclusione che non sarebbe stato giusto fermare la mia vita, che “loro” probabilmente vogliono solo questo, farci vivere nella paura, nel dolore e allora eccomi con il mio gelato ma con un pensiero alle vittime di tutto il mondo!
Questo gelato l’ho fatto con le albicocche del frutteto di mio padre, ormai chi mi segue lo saprà.
Vi do qualche consiglio:
– usate solo frutta biologica non trattata, se non siete sicuri togliete la buccia
– l’albicocca è un  frutto fibroso, se volete un gelato più cremoso potrete passare la pure in un setaccio, io non l’ho fatto perchè amo il gelato rustico
– dopo la cottura del composto è importante far raffreddare velocemente il tutto per evitare la formazione di batteri
DSC_0170

GELATO ALLE ALBICOCCHE

INGREDIENTI
500 g di albicocche
2 tuorli d’uovo
140 g di zucchero
300 g di latte intero o parzialmente scremato
semi di 1/2 bacca di vaniglia bourbon

foto1

PROCEDIMENTO

Lavate le albicocche, apritele, togliete il nocciolo e tagliatele a dadini. Io non tolgo la buccia perchè uso albicocche biologiche, dal frutteto di mio padre, ma voi nel dubbio fatelo. Mettete nel bicchiere del frullatore le albicocche, lo zucchero, i tuorli, i semi della vaniglia e il latte. Frullate tutto fino ad ottenere un composto liscio. Versate in un pentolino e portate su fuoco medio fino a raggiungere gli 80°, mescolando con una frusta di continuo. Mi raccomando fate attenzione che il composto non arrivi a bollore. Spegnete il fuoco e versate il composto in una ciotola precedentemente messa a bagno maria in acqua e ghiaccio. Mescolate con la frusta fino a quando si sarà intiepidito. Coprite con pellicola e mettete a riposare in frigo per 6 ore o più. Riprendete il composto dal frigo, mescolatelo e versatelo nella gelatiera, mantecate secondo il tempo indicato dalla vostra macchina.

DSC_0160

DSC_0156



5 thoughts on “Gelato alle albicocche”

  • Sono perfettamente d’accordo con te. Loro vogliono proprio questo, sconvolgere le nostre vite, farci rimanere tappati in casa in preda alla paura.
    Allora non staremo al loro gioco, pur avendo rispetto delle vittime, e cercheremo di andare avanti quasi normalmente. Tesoro, sei la maga del gelato. Io prima o poi lo assaggerò ?

  • IO AVEVO PENSATO LA STESSA COSA, MA NON E’ GIUSTO FERMARE LE NOSTRE VITE, ACCONTENTARLI, LA VITA DEVE COMUNQUE ANDARE AVANTI CON UN PESO NEL CUORE. STRAORDINARIO IL TUO GELATO, MI CI AFFOGHEREI VOLENTIERI DENTRO!!!BACI SABRY

  • Che meraviglia Virgi!!!
    Quest’anno non mi sono data ai gelati, la mia vecchia gelatiera dopo la sessione dello scorso anno mi ha abbandonata e non l’ho più rimpiazzata, ma quando la ricomprerò mi segno tutte le tue mille ricette, sono favolose!
    un abbraccio

  • non trovo le parole per esprimere ciò che sento….è stato terribile. Insensato.
    Ma la vita DEVE essere vissuta e continuo a sperare che il bene possa sempre trionfare…
    il tuo gelato è perfetto! E adesso ci starebbe da 10!… 🙂

  • meglio che no mi parli di lavoro ti capisco e l italia mi fa schifo!!!!Pero ora mi consolo con questo delizioso gelato. Ti saluto sono in partenza ci risentiamo a settembre!!!Baci Sabry

Rispondi a SABRINA RABBIA Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *