Parmigiana di melanzane

La parmigiana di melanzane, uno dei miei piatti preferiti, che però faccio pochissime volte perchè non è proprio un piatto light, ma che adoro alla follia! La ricetta classica vuole le melanzane fritte, da panare solo nella farina, salsa di pomodoro, mozzarella, anche se c’è chi non la mette, e soprattutto tantissimo parmigiano reggiano grattugiato e basilico fresco. Pochi ingredienti uniti fra loro per creare un piatto goloso….preparate la forchetta!
Alt
Alt
PARMIGIANA DI MELANZANE
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
2 melanzane grandi
sale
farina ’00 per infarinare
1 lt di olio di oliva per friggere
800 ml di passata di pomodoro
1-2 spicchi di aglio
peperoncino
olio extra vergine di oliva
sale
basilico
2 mozzarelle da 125 g l’una
100 g di parmigiano reggiano grattugiato
basilico fresco
Alt
PREPARAZIONE
1. Lavate le melanzane, affettatele e posizionatele in uno scolapasta, salate e mettete su un peso. Lasciate così per almeno 30 minuti.
2. Nel frattempo preparate un sugo facendo soffriggere olio, aglio e peperoncino, versate la passata salate, aggiungete un paio di foglie di basilico e fate cuocere per 20 minuti.
3. Tagliate le mozzarelle a dadini e mettetele a scolare in un recipiente forato.
4. Asciugate le fette di melanzane e passatele nella farina.
5. Scaldate l’olio in una padella e friggete le melanzane, scolatele e mettetele in un vassoio su carta assorbente.
6. Preriscaldate il forno a 190°.
7. Componete la parmigiana: mettete un paio di mestoli di sugo sul fondo della teglia, posizionate uno strato di melanzane, uno strato di sugo, mozzarelle, tanto parmigiano grattugiato e qualche foglia di basilico, ricominciate con le melanzane fino a terminare tutti gli ingredienti.
8. Infornate e cuocete per circa 20-25 minuti.
9. Fate riposare la parmigiana per 10 minuti prima di servire.
Alt



1 thought on “Parmigiana di melanzane”

  • La faccio di rado perchè odio friggere.. semmai opto per una versione più leggera con melanzane grigliate.. ma l’originale.. è la migliore!!!!! Bacioni :-* e buon w.e.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *